Comunicato Stampa

Memoria e Impegno

Memoria e impegno: 14 marzo 2019 in via Roosevelt organizzato dal Comitato Addiopizzo presentazione di “Convertitevi” il documento dei Vescovi siciliani sulla lotta alla mafia.


Giorno 14 marzo alle ore 18.30 incontro con p. Nino Basile, direttore della Caritas diocesana di Messina e presidente della Fondazione antiusura don Pino Puglisi che illustrerà il documento dei Vescovi siciliani “Convertitevi!” scritto nel ricordo della storica visita pastorale di papa Wojtyła segnata dall’appello alla conversione lanciato da san Giovanni Paolo II il 9 maggio 1993 nella Valle dei Templi. In quel suo discorso, san Giovanni Paolo II mostrò d’essere lucidamente consapevole della deriva di morte impressa da Cosa nostra in terra di Sicilia, rivolgendosi proprio ai «colpevoli» e ai «responsabili» della cancrena mafiosa che da molti decenni ormai toglieva la pace ai siciliani e instaurava nella nostra terra una falsa e terribile «civiltà della morte». La mafia ci ha ricordato Giovanni Paolo II si configura non solo come un gravissimo reato, ma anche come un disastroso deficit culturale e, di conseguenza, come un clamoroso tradimento della storia siciliana. Più precisamente, come un’anemia spirituale. Il testo propone un rinnovato discorso ecclesiale sulle mafie, all’interno del quale non mancano i riferimenti alle vittime di mafia ed in particolare al giudice Rosario Livatino e al parroco di Brancaccio Don Pino Puglisi.

Seguirà, come di consueto, un aperitivo offerto a tutti gli intervenuti a base di vini e prodotti di Libera Terra, con ingresso libero.

Memoria e Impegno

In vista della “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” incontro con Pietro Campagna martedì 5 marzo ore 16.30.

In preparazione della Giornata della Memoria e dell’Impegno antimafia martedì 5 marzo alle ore 16.30 presso il bene confiscato di via Roosevelt si terrà un incontro pubblico con Pietro Campagna, fratello di Graziella Campagna. Una vicenda dolorosa, quella di Graziella, segnata da ritardi e da stranezze avvenute nel corso delle indagini, non ultimo apprendere come uno dei killer fosse tornato libero nonostante una sentenza inappellabile. L’incontro è organizzato insieme al Presidio di Libera Messina, all’Istituto La Farina-Basile di Messina, Anymore onlus e Cittadinanza libera.

Seguirà un aperitivo offerto a tutti gli intervenuti a base di vini e prodotti di Libera Terra, con ingresso gratuito.