Skip to content Skip to left sidebar Skip to right sidebar Skip to footer

Mese: Giugno 2022

Rinnovo “Albo Avvocati” anno 2022

Il Comitato Addiopizzo Messina ODV avvisa i professionisti interessati all’affidamento degli incarichi di patrocinio legale/rappresentanza legale per la difesa di questa Associazione Antiracket ed Antiusura che sono aperti i termini per la presentazione delle istanze alle condizioni contenute nell’avviso allegato per l’anno 2022.

La presentazione di interesse dovrà essere manifestata mediante compilazione dello schema allegato al presente avviso corredata con allegata copia di valido documento di riconoscimento e della documentazione richiesta e dovrà essere indirizzata, esclusivamente tramite posta elettronica certificata entro il 31/07/2022 all’indirizzo di posta elettronica certificata: addiopizzomessina@pec.it

Visita istituzionale del Comitato Addiopizzo al neo Questore di Messina Gabriella Ioppolo

Una rappresentanza del Comitato Addiopizzo Messina è stata ricevuta il 4 giugno 2022 dal Questore di Messina, dott.ssa Gabriella Ioppolo, in visita istituzionale di cortesia.

I volontari dell’associazione antiracket hanno formulato gli auguri alla neo Questore, garantendole il pieno sostegno e la collaborazione nel comune interesse a promuovere i valori della legalità e della giustizia sociale. Durante l’incontro si è convenuto sulla necessità di sostenere ed incoraggiare le denunce, consapevoli della pervasività del fenomeno estorsivo sui territori della città e della provincia di Messina. La dottoressa Ioppolo ha espresso parole di apprezzamento per il movimento di Addiopizzo presente a livello regionale nelle città di Messina, Palermo e Catania.

Gabriella Ioppolo, Questore di Messina

Ricordiamo come i rapporti tra il Comitato e le forze di polizia sono basati sul reciproco riconoscimento nell’azione di contrasto al fenomeno del racket e del pizzo in città e nella formazione delle giovani generazioni ai temi della legalità, del rispetto degli altri e della libertà del fare impresa.

La delegazione di Addiopizzo Messina ha fatto dono al Questore di alcuni prodotti di Libera Terra, del libro di don Terenzio Pastore, presidente emerito dell’associazione, e di una sacca in tessuto con in calce la frase “dobbiamo essere il cambiamento che vogliamo vedere”.

Amministrative di Messina, candidati Sindaco a confronto

INCONTRO A MESSINA CON I CANDIDATI A SINDACO, PROMOSSO DAL COMITATO ADDIOPIZZO MESSINA E DAL PRESIDIO DI LIBERA “NINO E IDA D’AGOSTINO”.

Mercoledì 8 giugno prossimo, presso il Liceo Maurolico di Messina dalle ore 9.30 alle 11.30, si terrà un incontro con i Candidati a Sindaco per la Città di Messina organizzato dal Comitato Addiopizzo Messina, dal Presidio di Libera “Nino e Ida D’Agostino” insieme a numerose altre  realtà cittadine.

Grande spazio a temi della promozione umana, dei diritti, della giustizia sociale, della povertà educativa e ancora, del racket e delle estorsioni, del gioco d’azzardo e della partecipazione di tutti e tutte alle scelte che contano. Le finalità sono quelle di ascoltare le opinioni e le risposte di tutti i Candidati sui temi specifici e i contributi raccolti in questi giorni dalle organizzazioni promotrici. Per i cittadini, le cittadine e le organizzazioni che vorranno contribuire con le proprie sollecitazioni, i promotori mettono a disposizione, entro il 5 giugno, l’indirizzo mail presidioliberamessina@gmail.com

La scelta e la disponibilità del Liceo Maurolico e della sua Dirigente scolastica, prof.ssa Giovanna De Francesco, a ospitare questo momento incontrano il desiderio da parte dei promotori di sottolineare l’attenzione alla scuola e al mondo giovanile che chi amministra una città dovrebbe avere. La rete di associazioni aderenti a questa iniziativa, infatti, esprime una profonda preoccupazione per i dati emersi sulla situazione giovanile e minorile in città, a cui si aggiunge il problema dell’accessibilità di tutti e tutte ai diritti. La politica ha una grande responsabilità in questo. Da qui inoltre la necessità di dare sostanza al Regolamento Antimafia comunale, approvato nel novembre del 2017 e ancora inattuato.